Navigazione veloce

“Enrico Paini”

 Scuola Primaria ” Enrico Paini”

Via IV Novembre 16, Sondrio 23100
Telefono:214360
paini@www.icpaesiretici.edu.it  

Per rispondere alle esigenze delle famiglie, questa scuola propone due differenti organizzazioni orarie:
il tempo normale da lunedì a sabato, dalle ore 8.00 alle ore 12.30;
il tempo pieno lunedì, martedì, giovedì, venerdì, dalle 8.00 alle 16.30; mercoledì dalle 8.00 alle 14.00.
Per il tempo lungo, la scuola offre il servizio mensa in locali appositamente dedicati, dalle 12.30 alle 14.00.
Il momento del pasto, a cui il team docente attribuisce valore formativo, prevede la presenza di insegnanti ed assistenti educative.

Per le diverse attività, la scuola dispone di spazi attrezzati:

oltre ad aule ampie e ben illuminate, dotate di dispositivi multimediali in rete, nell’edificio sono presenti un laboratorio di informatica con PC e schermo murale, uno spazio attrezzato per l’attività motoria, aule di supporto per momenti di lavoro a gruppi, individualizzato, per lettura o laboratori espressivi, un locale biblioteca, un locale per materiali e sussidi.
Per i momenti ricreativi, è inoltre possibile l’utilizzo dei giardinetti adiacenti la scuola, recentemente sistemato nella pavimentazione e dotato di giochi, dove è stato ricavato uno spazio per la coltivazione dell’orto attraverso un progetto di plesso.  

In un clima di condivisione di scelte educative e didattiche, le proposte della scuola sono finalizzate a 

  • conoscere e valorizzare il territorio locale nei suoi diversi aspetti;
  • cogliere le proposte culturali del contesto e partecipare ad iniziative della città specialmente rivolte ai bambini;
  • condividere progetti di carattere culturale, ambientale e sociale con enti ed associazioni operanti sul territorio;
  • attivare percorsi e iniziative di solidarietà specialmente a favore di bambini: nello specifico, attualmente la scuola è sede UNICEF;
  • attivare percorsi di educazione ambientale finalizzati all’acquisizione e alla messa in pratica del concetto di sostenibilità e dell’uso intelligente delle risorse;
  • attivare percorsi di inclusione e integrazione;
  • diffondere la conoscenza di buone pratiche in materia di educazione alla salute ed alimentare: nello specifico, la scuola è promotrice del progetto Piedibus, poi esteso ad altre scuole della città;
  • partecipare alle proposte di educazione stradale della Polizia locale di Sondrio;
  • creare occasioni di sperimentazione creativa ed espressiva;
  • creare occasioni diversificate di sperimentazione della pratica sportiva.

Per l’anno scolastico 2019/2020 sono in previsione i seguenti progetti:

 “Il verbo leggere non sopporta l’imperativo”
Daniel Pennac

In un momento di crescente perdita del valore del libro e di disaffezione diffusa alla lettura da parte di bambini e ragazzi, la scuola si propone l’obiettivo di promuovere percorsi e occasioni per stimolare e incrementare il piacere di leggere, nella convinzione che il libro sia uno strumento potente di sviluppo personale e sociale.
Le proposte, numerose e diversificate, rivolte    alle diverse classi, creano occasioni di ascolto attivo e    di partecipazione emotiva, favorendo discussioni e l’elaborazione di contributi intorno a contenuti, valori, messaggi.
Il libro viene considerato nella sua dimensione globale, inclusi la grafica e l’illustrazione, inoltre offre spunti di rielaborazione personale e creativa.
I percorsi del progetto, che si sviluppa nel corso dell’intero anno scolastico, si svolgono con il contributo della Biblioteca Civica Pio Rajna di Sondrio.

È un progetto rivolto alle classi quinte.
Non si pone la finalità di formare attori provetti, ma di stimolare nei bambini l’esplorazione e la sperimentazione di linguaggi comunicativi alternativi, creativi ed espressivi.
Si struttura come laboratorio ludico, interdisciplinare, attuato attraverso regole precise che consentono il coinvolgimento di tutti, la messa in gioco di potenzialità e capacità personali, la scoperta di aspetti di sé meno visibili e meno conosciuti.
La conclusione di questo percorso, ma non l’obiettivo primario, è la presentazione del lavoro attraverso uno spettacolo indirizzato ai genitori che avrà luogo nel mese di maggio 2020.

 

Per l’anno scolastico 2018-2019 la scuola ha previsto un percorso di canto corale rivolto a tutte le classi.
Cantare in coro accresce il senso di identità e appartenenza ad un gruppo, interessando la sfera emotiva e quella espressiva di ogni bambino.
Rappresenta pertanto un’esperienza educativa di crescita estremamente significativa.
L’educazione al canto è un valore a livello individuale perché attiva competenze espressive ed emotive, a livello sociale come esperienza di condivisione verso un obiettivo comune.
Appartenere a un coro educa alla convivenza civile, obiettivo trasversale a tutte le discipline.
Il progetto è stato finanziato con i fondi del Diritto allo Studio del Comune di Sondrio e prevede 10 lezioni di un’ora per ogni classe a partire dal mese di febbraio 2020.
Il corso sarà condotto dal maestro Valter Mazzoni e si concluderà con un’esibizione per le famiglie presso l’Auditorium Torelli.

Il progetto, parte integrante dell’offerta formativa del plesso da alcuni anni, coinvolgerà tutti gli alunni i quali allestiranno e si prenderanno cura del piccolo orto e del nostro giardino verticale.
Si tratta di un vero e proprio laboratorio a cielo aperto la cui finalità è il mantenimento del rapporto dei bambini con la terra: attraverso le attività di semina, piantumazione, cura, gli alunni potranno apprendere alcuni principi dell’educazione ambientale, imparando a valorizzare il proprio territorio nel rispetto della natura, dei suoi ritmi e cicli.
Sarà valorizzata la partecipazione di genitori, esperti e nonni e l’utilizzo di materiale di recupero.
Poiché mette in gioco la creatività dei bambini e a tutti viene offerta l’opportunità di partecipazione, il progetto si connota come “inclusivo”.
La novità di questo anno scolastico sarà la coltivazione di erbe aromatiche per la realizzazione della “pesteda”, prodotto tipico della tradizione contadina dell’alta Valtellina.

OGNI PERSONA È PARTE VITALE DELLA COMUNITÀ IN CUI VIVE …NESSUNO DEVE SENTIRSI ESCLUSO…

Le classi quarte aderiranno, come da alcuni anni, a un percorso di conoscenza del progetto promosso sul territorio “Più Segni Positivi”.  Il progetto di comunità è un facilitatore di relazioni e un attivatore di opportunità destinate a chi è stato colpito da una delle molte crisi (economica, del lavoro, della famiglia, della coesione sociale) che hanno riguardato il nostro territorio e la nostra società.
Più Segni Positivi traccia nuovi segni di accoglienza, condivisione e   ri-socializzazione. Si vuole ripartire “da” e “con” le persone, considerando ciascuno risorsa di un sistema “a somma positiva”.

Il progetto, finanziato sul bando Welfare in azione della Fondazione Cariplo, è promosso dal Consorzio di cooperative sociali Sol.Co. Sondrio, Ufficio di Piano di Sondrio, Centro di Servizio per il Volontariato L.A.Vo.P.S. e cooperativa sociale Intrecci.
Gli alunni incontreranno a scuola una delle referenti del progetto che li avvicinerà al tema della cura e della solidarietà sociale. Successivamente le classi visiteranno Emporion (in località Agneda), un market di comunità dove trovano spazio prodotti e servizi. Chi accede all’ Emporion riceve potere d’acquisto, tramite una tessera a punti, e ha la possibilità di fare la spesa gratuitamente scegliendo i prodotti che gli servono. All’internodel market sono allestiti anche scaffali attinenti proposte sportive, culturali, educative e di supporto psico – relazionale che il mondo del volontariato, d’intesa con gli altri soggetti della rete, offrono alle famiglie.

Cosa fare nel caso in cui qualcuno non si senta bene e abbia bisogno di soccorso?
 Chi chiamare?
 Come effettuare la chiamata?
 Cosa vuol dire soccorrere una persona?
 Cos’è un’ambulanza? Come è organizzata? Cosa c’è a bordo di essa?  Sono solo alcuni degli interrogativi a cui il progetto cerca di dare una risposta, con percorsi mirati e adattati all’età dei bambini. Svolto con l’intervento dei volontari di “Valtellina Soccorso”, è indirizzato a tutte le classi e prevede un momento di formazione anche per gli insegnanti, in continuità con la positiva esperienza dell’anno precedente.

 

 

Clicca e guarda i nostri lavori