Navigazione veloce
Istituto Comprensivo "Paesi Retici" Sondrio > Secondaria di primo Grado > Secondaria di primo Grado “L. Torelli”

Secondaria di primo Grado “L. Torelli”

 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “LUIGI TORELLI “

 

La nostra  scuola è immersa in un ampio giardino con Percorso Vita, una palestra nel verde. Tutte le aule sono dotate di lavagne interattive multimediali. La scuola è dotata di aule speciali  per svolgere le attività di scienze, arte, musica, lingue, informatica e di una palestra  attrezzata , con fondo in parquet, di misure regolamentari per tutti gli sport di squadra
La scuola propone opportunità di scelta tra i seguenti due tempi scuola:

  1. A) MODELLO BASE – 30 ORE

La nostra scuola propone il seguente modello di 30 ore settimanali, così articolato:

materie ore materie ore
Italiano 6 Tecnologia 2
Storia/Geografia 4 Musica 2
Inglese 3 Arte e Immagine 2
Lingua francese/tedesco* 2 Educazione fisica 2
Matematica 4 Religione Cattolica 1
Scienze 2    

* Classi costituite tenendo conto delle scelte linguistiche prevalenti, fermo restando il limite delle disponibilità organiche provinciali.

  1. B) MODELLO MUSICALE – 33 ORE SETTIMANALI

Nel quadro delle finalità prescritte per la scuola del primo ciclo, la scelta della scuola secondaria di caratterizzarsi da più di venti anni come scuola ad orientamento musicale ai sensi del DM 201/1999, oltre che rispondere al bisogno del preadolescente di fare della musica, veicolo di forte comunicazione, promuove la formazione globale dello studente attraverso un’esperienza musicale più completa, offrendo occasioni di maturazione logica, espressiva, comunicativa, operativa e una più avvertita consapevolezza di sé e delle proprie potenzialità.
La nostra scuola propone quindi il seguente modello di 33 ore settimanali, comprensive di lezione individuale di strumento, così articolato:

materie ore materie ore
Italiano 6 Tecnologia 2
Storia/Geografia 4 Musica 2
Inglese 3 Arte e Immagine 2
Lingua francese/tedesco 2 Educazione fisica 2
Matematica 4 Religione Cattolica 1
Scienze 2 Strumento musicale 3

L’istituto, pertanto, attraverso lo studio dello strumento, si pone i seguenti obiettivi:

  • promuovere la formazione globale dell’alunno offrendo occasioni di maturazione logica, espressiva, comunicativa;
  • offrire all’alunno, attraverso l’acquisizione di specifiche competenze musicali, ulteriori occasioni di sviluppo e orientamento delle proprie potenzialità;
  • accrescere la capacità critica e di analisi;
  • aumentare la capacità di concentrazione;
  • sviluppare una maggior coscienza di sé in quanto parte di una piccola comunità nel rispetto delle persone, dei ruoli e delle regole comuni;
  • superare l’individualismo ed essere autonomi nel gruppo;
  • avviare gli alunni a sostenere un’esibizione pubblica gestendo la propria emotività;
  • fornire ulteriori occasioni di integrazione e di crescita anche per gli alunni in situazioni di svantaggio.

Il modello musicale è aperto a tutti gli alunni che si iscrivono alla prima classe della scuola secondaria di I grado compatibilmente con i posti disponibili e tenuto conto delle indicazioni espresse dall’art. 2 del D.M. n. 201/1999.
Gli strumenti insegnati sono i seguenti: chitarra, clarinetto, pianoforte, violino. Al fine di garantire la formazione di classi equieterogenee gli studenti sono assegnati a due corsi: sezione A (clarinetto e pianoforte) e sezione C (chitarra e violino).
La volontà di partecipazione all’indirizzo musicale viene espressa all’atto dell’iscrizione alla classe prima della scuola secondaria di I grado. Vi si accede tramite un test attitudinale, che non richiede competenze musicali specifiche o pregresse, e un colloquio orientativo. Sulla scorta degli esiti dei test attitudinali e dei posti disponibili, gli alunni saranno indirizzati alla scelta di uno degli strumenti disponibili nell’offerta formativa. L’assegnazione dello strumento è determinata dalla commissione composta dai docenti di strumento.
La frequenza alle lezioni (individuali e collettive) è obbligatoria per l’intero triennio. Lo strumento è materia curricolare ed è parte integrante del piano di studio dello studente. Alla pari con le altre discipline, concorre alla valutazione periodica e finale ed è materia degli esami di stato al termine del primo ciclo d’istruzione. A ciascun alunno frequentante viene garantito un tempo di lezione individuale compreso fra 45 e 60 minuti.
Il team di docenti di strumento, fermo restando quanto sopra, può autonomamente proporre o valutare l’opportunità di messa in opera di proposte di arricchimento dell’offerta formativa dell’istituto attraverso altre attività legate all’orientamento strumentale della scuola secondaria e volte al rafforzamento della progettazione didattica interna all’indirizzo musicale, oltre che stabilirne tempi e modalità di attuazione.
Il tempo di lezione individuale di strumento è il risultato dalla distribuzione sugli alunni del monte ore della cattedra stessa, al quale viene sottratto il tempo-lezione delle attività collettive ed eventualmente quello riservato alle offerte formative opzionali di cui sopra approvate dal team di docenti anno per anno.
La lezione individuale, o in piccolo gruppo, è fissata in giornata e orario da concordare. Le lezioni collettive si svolgono al martedì per la classe prima (Teoria e lettura della musica 1h e Laboratorio musica d’insieme 1h) e il mercoledì per le classi seconda e terza (Teoria e lettura della musica 1h e Gruppo strumentale/Orchestra 1h).

Esiste inoltre la possibilità di SERVIZIO MENSA nella giornata di rientro collettivo.
Per tutti gli studenti dell’istituto che risiedono fuori Sondrio, a partire dalle 7.30, è assicurata accoglienza e vigilanza nell’atrio della scuola.
Nella bella stagione è possibile trascorrere l’intervallo all’aperto nell’ampio giardino alberato.

 ACCORDO DI RETE CON CONVITTO NAZIONALE “G. PIAZZI” DI SONDRIO

A decorrere dall’a.s. 2013-’14, è attivo un accordo di rete tra l’istituto comprensivo ed il Convitto nazionale, che assume la denominazione di “Rete per il successo formativo -IC ‘Paesi Retici’ e Convitto nazionale ‘G. Piazzi’ di Sondrio”. L’accordo:

  • ha particolare riguardo alla costituzione di progetti condivisi per la formazione degli studenti della scuola secondaria di primo grado in un quadro coordinato di rapporti e intese tra docenti della scuola “L. Torelli” e personale educativo del Convitto “G. Piazzi” nel rispetto dell’autonomia culturale e professionale delle due componenti;
  • è uno strumento per potenziare l’offerta formativa, migliorare la qualità degli apprendimenti, favorire la crescita dei livelli culturali e l’acquisizione di competenze-chiave per l’apprendimento e competenze di cittadinanza tramite una serie di azioni condivise.

Obiettivi

Tra l’IC “Paesi Retici” sez. scuola secondaria “L. Torelli” e il Convitto nazionale “G.  Piazzi” vengono progettate azioni formative che integrano le attività didattiche in essere e vengono realizzati progetti formativi condivisi. In particolare:

  • l’attività educativa si esplica in sinergia con l’intervento della scuola nella promozione dei processi di crescita umana, civile e culturale degli alunni della scuola Torelli che si iscrivono come semiconvittori e che vengono accolti al termine delle lezioni dalla scuola frequentata, accompagnati in mensa, assistiti e guidati all’organizzazione dello studio pomeridiano e del tempo libero;
  • all’inizio di ciascun anno scolastico sono definiti i necessari raccordi tra aspetti didattici ed aspetti educativi della progettazione, affinché si realizzino le condizioni per un intervento unitario che faccia emergere le energie e le potenzialità di ogni studente volte a conseguire le competenze di cui al Profilo dello studente (Indicazioni nazionali);
  • il personale educativo si rende disponibile a partecipare ad incontri con il personale docente finalizzati alla programmazione e alla verifica dei risultati educativi. Il personale educativo potrà partecipare, a titolo consultivo, alle riunioni consigli delle classi frequentate dagli alunni semiconvittori allo scopo di interagire in modo unitario con le famiglie;
  • possono essere accolti e usufruire del servizio mensa anche gli alunni iscritti al corso ad orientamento musicale nel giorno del rientro;
  • Durata: l’accordo di rete decorre dal mese di giugno 2013, si applica a partire dalle classi prime dell’a.s. 2013-14 e si intende rinnovato di anno in anno salvo convocazione di specifico incontro.

Ai sensi dell’art. 7 del DPR n. 275/99, il presente accordo è depositato presso le segreterie delle Istituzioni aderenti.

  1. ARRICCHIMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA

L’offerta formativa dell’istituto è arricchita inoltre da:

  • spettacoli teatrali e musicali, anche al “Teatro alla Scala” di Milano;
  • teatro in inglese, teatro in francese;
  • gara matematica “Kangourou”;
  • visite didattiche sul territorio (valorizzazione patrimonio culturale valtellinese);
  • avviamento alla pratica sportiva;
  • attività creativo-manipolative preparatorie di spettacoli e mostre;
  • partecipazione a concorsi sul territorio; 
  • avviamento al coding o pensiero computazionale.

 ATTIVITÀ OPZIONALI

Agli alunni è offerta anche la possibilità di ampliare il curricolo con contenuti e nuovi saperi attraverso proposte opzionali in orario extracurriculare pomeridiano (con risorse interne e/o esterne). Tale offerta si propone di:

  • valorizzare gli interessi personali;
  • rispondere a stili e tempi di apprendimento diversificati;
  • orientare alla scelta del percorso scolastico successivo;
  • valorizzare gli alunni che possono raggiungere livelli di eccellenza.

Il Collegio dei Docenti e il Consiglio di Istituto, sulla base delle risorse professionali e finanziarie della scuola e del Piano per il Diritto allo studio, propongono corsi, da realizzarsi in orario aggiuntivo, relativi a:

  • conseguimento della certificazione internazionale KET;
  • conseguimento della certificazione internazionale DELF;
  • avviamento alla pratica sportiva.

    Le peculiarità dell’offerta formativa possono variare anno per anno, consentendo agli insegnanti di adeguare l’attività progettuale ai bisogni rilevati e alle scelte operative specifiche legate agli indirizzi dell’Istituto. Nell’anno scolastico 2018-2019 l’istituto ha attivato il progetto “I CARE 2.0”, cofinanziato dalla Pro Valtellina, che prevede due interventi. Il primo riguarda un percorso di doposcuola seguito da due professioniste (una pedagogista ed una psicologa) per un totale di 30 settimane con quattro ore di intervento settimanale in cui i ragazzi possano alternarsi a gruppi di massimo sei alunni. I professionisti forniranno agli studenti gli strumenti necessari ad un adeguato metodo di studio (es. mappe concettuali, semplificazioni, costruzioni di formulari, etc…). Il secondo intervento riguarda un percorso di consapevolezza dei propri vissuti e di miglioramento della propria attenzione attraverso la mindfulness. Il corso sarà aperto alla sola classe III C e si svolgerà in otto incontri della durata di un’ora per ciascuno dei due gruppi in cui la classe sarà divisa.

  1. PERSONALIZZAZIONE DEI PERCORSI

Per sviluppare le potenzialità di ciascun ragazzo, su proposta dei Consigli di Classe, possono essere attivati moduli specifici di recupero delle abilità di base e/o di potenziamento delle competenze disciplinari, anche per classi aperte, nei seguenti ambiti:

  • moduli di recupero/potenziamento matematica;
  • moduli italiano per alunni stranieri;
  • potenziamento lingua inglese nelle classi III con insegnante madrelingua.

 

Clicca e guarda i nostri lavori

Clicca e leggi la nostra offerta formativa